Solare e eolico, l’Ispra prevede una crescita
19/03/2014

Secondo le stime dell’International Energy Agency raccolte nell’ultimo World Energy Outlook 2013, il 40% della crescita della domanda totale di energia, da qui al 2035, sarà soddisfatto con le rinnovabili. Un ruolo chiave, in base alle proiezioni del “Rapporto Ispra sulla produzioni da fonti rinnovabili”, è atteso dal solare e dall’eolico che arriveranno a coprire il 45% della domanda totale di energia prodotta da rinnovabili, settore nel quale Sienambiente è sempre più impegnata. Grazie agli impianti alimentati da fonti rinnovabili (eolico, fotovoltaico e biogas) e dalla frazione biodegradabile dei rifiuti, nel 2013, Sienambiente ha prodotto oltre 54 mila i MWh di energia elettrica (corrispondenti al fabbisogno di energia elettrica di 54 mila cittadini) evitando l’immissione in atmosfera di 16.799 tonnellate di C02. Allargando lo sguardo a livello nazionale, i dati di Terna indicano che le fonti rinnovabili hanno raggiunto a giugno 2013 la soglia del 50% sulla produzione netta nazionale (dal 38,2% del 2012 al 50,2% del 2013) e del 44% sui consumi totali (dal 33,9% del 2012 al 44,3% del 2013). Sul fronte dei combustibili fossili, si dovrà fare ancora molto per limitarne l’utilizzo: petrolio e carbone, infatti, continueranno soddisfare il 50% della domanda elettrica e il 75% della domanda totale di energia. Questo comporterà un aumento della temperatura globale di 3,6°C rispetto al periodo preindustriale..