"Can you RePET?", domenica le premiazioni alla Casa dell'Ambiente
12/12/2014

Archiviata con successo anche l'edizione 2014 di Can You RePET? Il teatro a emissioni zero. Un mese e mezzo davvero intenso quello appena trascorso per l'iniziativa teatrale/ambientale ideata e organizzata da Straligut Teatro. L'Auditorium Intesa Spa di Estra, azienda che da anni sostiene il progetto, ospita la conferenza stampa conclusiva della manifestazione, momento utile per tracciare un bilancio, sicuramente positivo, e rendere conto dei risultati ottenuti. Una dozzina di appuntamenti di spettacolo tra pomeridiane e scolastiche, che hanno coinvolto complessivamente 1.018 spettatori, animando il Teatro del Costone di Siena, il Supercinema di Monteroni d'Arbia, il Museo del Bosco e il Circolo Arci di Sovicille, il Teatro dei Risorti di Buonconvento, grazie ad alcune tra le più interessanti compagnie italiane di teatro ragazzi (i premi Eolo Thalassia e Riserva Canini e poi Gli Omini, Teatro di Carta, laLut). A questi si aggiungono le quasi 200 ore di laboratorio effettuate- in collaborazione con Sienambiente e Legambiente Siena- nelle scuole primarie dei 5 comuni partner del progetto (Monteroni d'Arbia, Sovicille, Siena, Buonconvento, Murlo), i cui 1.300 alunni hanno dato vita ad una singolare gara ecologica di raccolta differenziata di PET e acciaio. Ed è proprio l'azione di avvio al riciclo effettuata da spettatori, che “pagavano” i biglietti con bottiglie e tappi, ed alunni insieme che ha permesso a Can You RePET? di compensare il 61% dei consumi energetici e delle emissioni di Co2 prodotte, riducendo di oltre la metà l'impatto ambientale della rassegna (spostamenti del pubblico inclusi, che da soli rappresentano il 70% della Co2 complessivamente prodotta). Un risultato di non poco conto se consideriamo che la parte performativa di Can You RePET? ha coinvolto 5 teatri (con livelli di efficienza energetica anche molto diversi fra loro) e un migliaio di persone. I kg di PET e acciaio raccolti complessivamente sono 666, equivalenti a 1.179 kg di Co2 compensata. Da evidenziare in particolare l'impegno degli studenti delle scuole primarie, che da soli hanno compensato il 57% del totale, raccogliendo 18.500 bottiglie e 2.100 tappi. “Un risultato significativo per la nostra rassegna che, grazie al sostegno dei tanti partner coinvolti, a cominciare dai consorzi nazionali del riciclo di imballaggi di plastica e acciaio Corepla e Ricrea, prova a fare un gesto concreto per sensibilizzare bambini e famiglie su problemi urgenti come la riduzione dei consumi energetici e la sostenibilità ambientale”. Così il direttore artistico di Straligut Fabrizio Trisciani. “Raccolta differenziata e cultura? Sino a qualche hanno fa non sarebbe stato pensabile. L'esperienza di Can You RePET? ha dato finalmente dignità a quello che una volta veniva chiamato rifiuto. Corepla – così Massimo Di Molfetta, responsabile relazioni col territorio- garantisce che quanto raccolto sarà avviato a riciclo. Ringrazio tutti quanti si sono impegnati in questa iniziativa”. “Siamo molto contenti di essere stati coinvolti in Can You RePET?, afferma Roccandrea Iascone, responsabile comunicazione di Ricrea. La quantità e la qualità delle proposte teatrali offerte, oltre al notevole numero di laboratori realizzati sul tema della sensibilizzazione alla raccolta differenziata dei tappi e coperchi in acciaio (can) e bottiglie in plastica (pet) ne hanno fatto una iniziativa di alto spessore educativo. Per RICREA che ha nella sua mission educare grandi e piccini ad un comportamento virtuoso nella raccolta, oltre che di tappi, anche di scatolette, barattoli e bombolette in acciaio per avviarle al riciclo, questa iniziativa è la giusta risposta.” Teatro per famiglie, linguaggi performativi contemporanei, tematiche ambientali, coinvolgimento del territorio: questi i punti fondamentali di Can You RePET?, parte integrante di “Play 2013-2015”, il progetto di residenza artistica triennale che il Comune di Monteroni d'Arbia ha concesso a Straligut Teatro. Ma sono molte le istituzioni locali che a vario titolo prendono parte all'iniziativa: dal sostegno del Comune di Sovicille (Assessorato all'Ambiente, Comunicazione, Innovazione e Pari Opportunità), alla collaborazione e patrocinio del Comune di Siena (Assessorato all'Istruzione-Politiche Giovanili-Formazione-Pari Opportunità), di Buonconvento e Murlo (Assessorati Istruzione) e della Provincia di Siena. Altrettanto importante l'apporto di Banca Cras, Sezione soci Siena di Unicoop Firenze, Zurich Securitas di Trisciani e Bonucci, Sei Toscana, Bimora, Seri Auto, Nencioni Service. Domenica 14 dicembre alle 16.30 nella sala meeting della Casa dell'Ambiente, è in programma l'ultimo atto di Can You RePET? 2014: un pomeriggio di festa durante il quale, tra giochi teatrali, alberi di natale ecologici e supereroi plastificati, verrà proclamata la scuola vincitrice della gara di raccolta differenziata. Ovviamente “green” anche il premio per gli alunni più ricicloni: la piantumazione in primavera, sempre in collaborazione con Sienambiente, di 50 alberi che daranno vita, nel territorio del Comune della scuola vincitrice, al primo bosco di Can You RePET? Testimonial d'eccezione dell'evento sarà Luigi d'Elia, promotore, con la sua compagnia Thalassia, dell'esperienza “Un bosco in Paradiso”. E proprio il bosco di Can You RePET? permetterà non solo di raggiungere le emissioni zero, ma di portare in attivo il bilancio energetico dell'edizione 2014: ad ogni albero piantato corrispondono in media tra i 20 e i 50 kg di co2 compensata all'anno. E col supporto di Apea, Can You RePET? è recentemente diventato anche un progetto europeo Life+ che, in caso di vittoria, coinvolgerà 7 comuni della provincia di Siena.