Il presidente di Sienambiente intervistato da uno studente del Bandini su economia circolare e riciclo
19/04/2019

Nell’ambito di un percorso di studio e di approfondimento sull’economia circolare avviato con l’Istituto Sallustio Bandini di Siena, il presidente di Sienambiente Alessandro Fabbrini è stato intervistato, ieri pomeriggio, da uno studente della scuola senese sui temi del riciclo, dello sviluppo sostenibile e del recupero di energia. L’intervista dell’alunno Alessandro Bocci iscritto al quinto anno del corso Costruzione ambiente e territorio, verrà pubblicata su “Sallustio sostenibile”, una pubblicazione scolastica dedicata i temi ambientali.

Nel corso dell’incontro, il presidente di Sienambiente Alessandro Fabbrini ha toccato molti temi, a partire dalla prospettive del riciclo, tra potenzialità e punti deboli. In modo diretto, Fabbrini ha descritto allo studente anche gli aspetti più critici e da migliorare, nella prospettiva di una concreta realizzazione dell’economia circolare, come quelli legati alla fase di produzione degli imballaggi e dei beni di consumo.

“Per dare le gambe all’economia circolare va ripensata l’intera filiera produttiva, a partire dalla fase di progettazione degli oggetti che deve essere coerente e adatta al riciclo – ha spiegato Fabbrini allo studente – Il secondo ambito di azione per rimettere in circolo la materia e dare una finalità commerciale ai prodotti riciclati, deve essere il potenziamento del processo produttivo industriale del riciclo e la realizzazione di una rete di distribuzione dei prodotti ottenuti dal recupero di materia che oggi è ancora troppo debole, soprattutto per alcuni materiali. Fa sempre molto piacere parlare con i giovani interessati a questi temi – ha spiegato Fabbrini allo studente - perché il grande lavoro da fare per affermare certi valori e aspirazioni spetterà a voi”.

Il progetto di studio e di approfondimento sviluppato con l’Istituto Bandini, rientra tra le attività di sensibilizzazione alla corretta gestione dei rifiuti e alla divulgazione delle buone pratiche promesse da Sienambiente. L'obiettivo è quello di coinvolgere gli studenti e il corpo docente nella diffusione dei contenuti legati allo sviluppo sostenibile e offrire alla scuola un'opportunità di conoscenza su tematiche ambientali di grande attualità.

Nell’ambito del percorso che si articola in quattro sessioni cadenzate nell’arco di 6 mesi, il primo step si è tenuto nei giorni scorsi alle Cortine, dove gli studenti sono entrati in contatto con l’impianto che tutti i giorni accoglie i rifiuti provenienti dalle raccolte differenziate delle provincia di Siena. Il secondo appuntamento, che si terrà nelle aule dell’Istituto, è in programma nelle prossime settimane con i tecnici di Sienambiente e sarà dedicato al progetto di efficientamento dell’impianto delle Cortine.

Nelle varie fasi del progetto, gli studenti acquisiranno informazioni sui sistemi di gestione di gestione europei: raccolte differenziate, utilizzo dei termovalorizzatori, riciclo. Un’attenzione particolare, inoltre, sarà data agli esempi di corretta gestione (in Europa o Italia) e all’analisi dei costi nell’economia circolare.

Al termine dell’attività, gli studenti saranno invitati a presentare un loro elaborato, in ambito tecnico e di comunicazione, durante l’Open day di Sienambiente che si terrà a ottobre.