Obiettivo 10 dell’Agenda 2030: on line il nuovo podcast
03/12/2020

La serie di podcast di Sienambiente “Direzione 2030: Dialoghi sui Global Goals dell’Agenda ONU”, sviluppati in collaborazione con l’Università degli Studi di Siena, si arricchisce di una nuova puntata.

L’ultimo contributo arriva da Fabio Berti, professore di Sociologia dell’Unisi, che si è soffermato sul Goal 10: Ridurre l’ineguaglianza all’interno di e fra le Nazioni scandagliando gli squilibri sociali e economici alla base dei fenomeni migratori, da e verso l’Italia.

«Negli ultimi anni, almeno fino all’emergenza sanitaria, l’immigrazione è percepita come l’elemento che più di ogni altro rischia di mettere in discussione la tenuta delle società riceventi – spiega Berti nel podcast - Il caso italiano è davvero emblematico: il nostro paese sta diventando uno dei paesi più anti-immigrazione d’Europa e anche il Paese che più di ogni altro ha paura degli immigrati. Primato triste e curioso per una nazione  che è tornata a essere ai primi posti mondiali come Paese d’origine degli immigrati».

Al centro dell’Obiettivo 10 c’è anche il tema della sostenibilità del sistema produttivo che in un otitica di economia circolare deve essere anche sociale.

«Se é vero che l’obiettivo dell’ ONU è quello di garantire un futuro all’insegna della sostenibilità – continua Berti - bisogna capire che cosa sta succedendo non solo nell’ambito ambientale e economico ma anche in quello sociale, su cui probabilmente non riflettiamo mai abbastanza… anche in relazione alla crisi ecologica e economica.  In realtà tutto é interconnesso e diventa insostenibile un mondo in cui non si pensa alla distribuzione del reddito e del potere, alle pari opportunità, alle diverse forme di disuguaglianza. Papa Bergoglio nella sua enciclica Laudato si’ scrive che: “non ci sono due crisi separate, una ambientale e un’altra sociale, bensì una sola e complessa crisi socio-ambientale”. Le diseguaglianze sociali, insomma, producono danni difficilmente riparabili».

Ascolta il podcast completo.